Informazioni - Archivio News Federali
20/08/2012
Lille 2012: decima giornata
Il punticino che ci è costato l'eliminazione dalle Olimpiadi da un lato, dopo averci pensato bene,  "pesa molto meno perchè non abbiamo perso di un punto un match che era stato in bilico a lungo, ma un match che, a quattro board dalla fine avevamo già perso e che solo un Balicki che ha tentato di emulare il Martens del 2008, aveva rimesso in piedi. Senza due errori incredibili del fortissimo polacco, infatti, avremmo perso di ben più di 1 punto. Va detto che Balicki è andato in tilt dopo che gli arbitri avevano comunicato la decisione della Giuria che, nel famoso appello del quale parlavamo l'altro ieri, aveva dato ragione a noi. Tutti sono così abituati a vedere l'Italia perdere gli appelli che, se una volta succede il contrario (e lo credo...Lauria è al mare), vanno letteralmente nel pallone. Sotto un altro punto di vista però, questo punticino "pesa" molto di più perchè, visto come sono finite le Semifinali, quel punticino ci costa il quarto Oro Olimpico consecutivo. Si, perchè malgrado in questi campionati si sia assistito ad una serie di risultati assolutamente imprevedibili, primo tra tutti la sconfitta del wonderteam di Monaco contro la Svezia, è davvero duro pensare che l'italia non avrebbe vinto Semifinale e finale contro due squadre, Irlanda (travolta dalla Polonia) e Svezia, sicuramente buone, motivate ed in un momento di forma ma altrettanto certamente non all'altezza della nostra. Il celebre boia di Lille, dopo la testa di Milady, ha voluto tagliare in qualche modo anche la nostra privandoci dell'ultimo Titolo rimastoci. Appuntamento tra più di un anno a Bali per iniziare a riprenderceli tutti.
    
   Ed ora passiamo a quello che, volenti o nolenti, è l'argomento del giorno: la composizione di questa Nazionale. Ma ne parleremo, sia ben chiaro, solo da un punto divista tecnico-cronistico, senza andare a ditrologare (neologismo...spero) su come, quando, come e perchè, si sia deciso che questa dovesse essere la Nazionale per Lille. Cominciamo col dire una cosa: Romain Zaleski non ha giocato male, tutt’altro. Nel match decisivo, quello con la Polonia, Romain ha forse pagato l'emozione di giocare in Rama e ha fatto un paio di errori evitabili. Gli score portati nei due tempi giocati da lui e Versace non erano comunque assolutamente in passivo. Prova ne sia il fatto che, nei due tempi giocati da L/V, il passivo dell'Italia è stato di soli 11 punti pur non avendo score positivi la coppia seduta nell'altra sala. Ed è proprio parlando di questa coppia che si può andare a cercare una specie di "responsabilità oggettiva" di Z. In che senso? Nel senso che Romain, certo non per sua volontà ma per decisione altrui (peraltro comprensibilissima), giocando un solo tempo al giorno sin dall'incontro degli Ottavi con la Turchia ha, di fatto,"costretto" Bocchi e Madala a non alzarsi dal tavolo per 12 turni consecutivi. Se per la stanchezza conseguente o per qualche altra ragione, non saprei dire, sta di fatto però che la coppia che ci ha permesso di vincere gli Europei di Ostenda, che ha giocato benissimo Mondiali 2011 ed Europei 2012, e che ha giocato alla grandissima anche qui sino all'incontro con la Polonia, in questo incontro ha giocato molto al di sotto delle proprie possibilità. Colpa di Z?. Decidete voi. Comunque, pur non volendo considerare che gli score di V/Z nei due turni giocati non erano negativi, resta il fatto che le altre due coppie hanno avuto 64 board a disposizione (16 dei quali giocati con lo sponsor polacco in campo) per recuperare 11 punti. Non ci sono riuscite. Può succedere. Certo che però non è sostenibile sotto nessun punto di vista che quest'incontro lo si sia perso a causa di Zaleski. Questo è un fatto. Le altre sono chiacchiere. Sia molto chiaro: quanto ho detto significa solo ed esclusivamente quello che ho detto. Non significa assolutamente che Zaleski valga Lauria. Sarebbe ridicolo solo pensarlo (lui infatti, da persona intelligente qual'è, lo sa benissimo). Significa solo che non siamo usciti dalle Olimpiadi per colpa di Z.
    
   Dei Senior non si può che dire tutto il bene possibile. Questa squadra ha superato la fase eliminatoria finendo in quarta posizione (quindi tra le migliori 8 squadre del mondo), ha battuto negli Ottavi una squadra fortissima, Israele confermandosi quindi tra le prime 8 squadre del mondo e, soprattuuto, nei Quarti ha giocato alla pari contro una squadra stratosferica. Di più non si poteva chiedere.
    
    
   ​FINALI
   ​OPEN
   ​POLONIA-SVEZIA
   ​
   ​WOMEN
   ​RUSSIA-INGHILTERRA
    
   ​SENIOR
   ​USA-UNGHERIA
   A venerdì per i risultati definitivi ed i commenti finali sui campionati qui da Lille.
   
   Alberto Benetti
tutti i risultati della Manifestazione
Campionato a Lille

Cerca News
Testo
MeseAnno
Campionato
Allegato


Federazione Italiana Gioco Bridge
Via Giorgio Washington 33 - 20146 Milano - P.I. 03543040152
Copyright 2003-2024
visita il sito CONIvisita il sito WBFvisita il sito EBL
Privacy Policy FIGB
Privacy PolicyPrivacy Policy FIGB
Regolamento generale UE
sulla protezione dei dati personali
Federazione Trasparente
Federazione TrasparenteFederazione Trasparente
Giustizia FederaleValid XHTML 1.0 Strict