Il Bridge - Svolgimento del gioco


Lo svolgimento del gioco
All'inizio del gioco il mazziere (ciascuno dei giocatori a turno in successione oraria) distribuisce le carte una per volta in senso orario così che ogni giocatore entra in possesso di 13 carte. Il mazziere o "dichiarante" deve iniziare la dichiarazione.
Ai soli fini della licitazione e per potervi dar vita agli Onori viene attribuito un valore (Asso 4 punti, Re 3 punti, Donna 2 punti, Fante 1 punto) e l'intero mazzo conta appunto 40 punti, detti "punti onori" o "Milton Work" (dal loro codificatore). Il dichiarante potra' quindi effettuare una dichiarazione, se avra' il possesso di almeno 12 punti onori (che, in caso di equa distribuzione tra gli altri tre giocatori dei 28 punti restanti, garantiscono alla sua linea un predominio nel punteggio), oppure dovra' dire "passo" e passare appunto la dichiarazione al suo avversario di sinistra, che si comportera' di conseguenza. Qualora tutti e quattro 1 giocatori dichiarassero passo, la smazzata sara' nulla. Al termine della dichiarazione il giocante della coppia sara' colui che per primo avra' nominato il colore o Senza Atout che costituisce il contratto finale. L'uscita iniziale ("attacco") verra' effettuato dal giocatore alla sinistra del giocante.
Subito dopo l'uscita iniziale il compagno del giocante, che prende il nome di "morto", scoprira' le proprie carte che resteranno visibili a tutti per l'intera durata del gioco e verranno manovrate dal giocante. Vince la prima presa la linea che ha giocato la carta più alta nel seme d'attacco, oppure ha potuto vincere la presa con l'atout dichiarata. Colui che ha vinto la prima presa effettua l'uscita per la seconda e cosi' via sino alla tredicesima e ultima. Le tredici prese costituiscono la smazzata o mano.

I punteggi
Il punteggio che si consegue per ciascuna presa dichiarata e fatta, oltre alle sei di base e quindi a partire dalla settima,varia a seconda che il contratto sia dichiarato ad atout o senza atout e a seconda che il colore d'atout sia maggiore o minore, ogni presa con atout picche e cuori vale 30 punti, ogni presa con atout quadri e fiori vale 20 punti, la prima presa a senza atout vale 40 punti e le successive 30 punti. Per vincere una partita e' necessario vincere 2 manche su 3 e per vincere una manche e' necessario totalizzare 100 punti, anche in piu' smazzate successive (sara' necessario dichiarare e fare 3 senza atout 40+30+30, oppure 4 picche o 4 cuori 30+30+30+30 , oppure 5 quadri o 5 fiori 20 +20 +20+ 20 +20 ).
Il conseguimento della manche comporta un premio aggiuntivo di 300 punti alla prima e di 500 punti alla se-conda. Vi e' poi un premio particolare che si attribuisce quando si dichiarano e si realizzano 12 o 13 prese, e cioe' rispettivamente "il piccolo" o "il grande slam"; tale premio e' di 500 o 750 punti per il piccolo slam e di 1000 o 1500 punti per il grande slam a seconda che si sia in prima o in seconda manche.
Il punteggio negativo per ogni presa fatta in meno, rispetto a quelle dichiarate, e' pari a 50 punti se si e' in prima manche e a 100 se si e' in seconda. Tale punteggio va registrato a favore della linea che ha effettuato il gioco di difesa. Per conseguire la manche e' valido solamente il punteggio relativo alle prese dichiarate e fatte e non quello, che verra' conteggiato a parte, per eventuali prese in piu' effettuate, rispetto a quelle dichiarate, o per prese in meno fatte dall'avversario. E' possibile raddoppiare o quadruplicare il punteggio positivo delle prese fatte o negativo delle prese mancate, usufruendo di due dichiarazioni particolari che sono il"contro" e il "surcontro", che possono essere utilizzate nel corso della licitazione da ciascun giocatore.

Il campo da gioco e le attrezzature
Il campo da gioco è un tavolo quadrato di dimensioni standard 80/100 per 80/100 cm., sul quale sono posizionate, una per giocatore, quattro scatolette ("bidding boxes") contenenti cartellini licitativi, uno per ogni dichiarazione possibile, utilizzati sia per favorire la concentrazione ed evitare dimenticanze, sia per impedire il reciproco disturbo delle voci provenienti dai giocatori ai vari tavoli, tra loro vicini. Nelle gare più importanti è utilizzato un separatore posto diagonalmente in verticale sia sopra che sotto il tavolo e di dimensioni tali che 1 giocatori non possano vedersi. Il separatore ha lo scopo di permettere maggior concentrazione e di eliminare la possibilita' che gesti o atteggiamenti possano anche involontariamente influenzare i giocatori.
Le carte suddivise in 4 gruppi di 13 ciascuno sono riposte in un astuccio, board, che ha 4 tasche identificate dalle lettere dei punti cardinali N,E,S,O dal quale vengono estratte prima della smazzata e nel quale vengono riposte, nello stesso ordine, al termine. Il risultato ottenuto nelle varie smazzate si registra su un apposito score.

visita il sito CONIPrivacy Policy FIGBPrivacy PolicyFederazione Italiana Gioco Bridge - P.Iva 03543040152 - Copyright 2003-2017    Valid XHTML 1.0 Strictaffiliata a visita il sito WBF visita il sito EBL