Norme Sanitarie - Salute
1) Trasmissione Norme Sportive Antidoping 2018 - 1.
E' disponibile la versione 2018 - 1 delle NSA
http://www.federbridge.it/Antidoping/NSA%201-2018.pdf
in vigore dal 15/2/2018.
 
2) Trasmissione elenco sostanze proibite 2018.
E' disponibile l'elenco sostanze proibite 2018
https://www.wada-ama.org/en/resources/science-medicine/prohibited-list
in vigore da 1/1/2018.
 
3) Informativa certificazione medica di idoneità alla pratica agonistica.
Gli atleti tesserati Agonisti, Agonisti Senior, Agonisti Junior, Agonisti Cadetti sono tenuti per legge (D.M. Sanità 18.02.1982 e norme successive) a consegnare alla propria ASD/SSD il certificato di idoneità sportiva.
L'ASD/SSD deve richiedere per il tesserato la visita per l'ottenimento di tale certificato utilizzando un apposito modulo
http://www.federbridge.it/Antidoping/ModuloRichiestaVisitaIdoneit%C3%A0Agonistica.pdf

Per sollevarsi dalle relative responsabilità penali, il Legale Rappresentante dell'ASD/SSD deve essere in possesso di regolare certificato di idoneità preventivamente all'atto di tesseramento agonistico dell'atleta.
 
Il certificato deve essere rilasciato da un Medico specialista in medicina dello sport e, per quanto riguarda il bridge, è del tipo A1, prevede l'esecuzione di un esame clinico generale, di un elettrocardiogramma a riposo e di un esame completo delle urine ha validità biennale.
Il Legale Rappresentante può quindi costruirsi uno specifico "database" per il controllo costante delle certificazioni e delle loro scadenze.
Il costo del certificato, che è consigliabile richiedere tramite la propria ASL poiché molte regioni hanno stipulato convenzioni con l'Associazione dei Medici Sportivi, è variabile a seconda della regione ed è orientativamente di 35-40 euro.
 
In merito all'esercizio di attività sportiva non agonistica, a mente delle Note del Ministero della Salute del 16/6/2015 e del 28/10/2015 e della nota CONI del 10/6/2016, non hanno obbligo di certificazione medica i Tesserati che svolgono attività sportive che non comportano impegno fisico.
Rientrano in questo ambito le persone fisiche tesserate in Italia, non Agoniste, che praticano le discipline del bridge.
Per questi soggetti, cioè per tutti i tesserati che non siano di Tipologia Agonista, il CONI raccomanda comunque un controllo medico prima dell'attività sportiva.
 
4) Informativa presentazione TUE e certificazioni accessorie.
La TUE (Therapeutic Use Exemption) è la richiesta di esenzione a fini terapeutici che deve essere presentata dall'atleta che utilizza sostanze inserite nell'elenco WADA delle sostanze proibite (v. punto 2).
Un Atleta che abbia necessità di utilizzare a scopo terapeutico una sostanza vietata o un metodo proibito deve ottenere la TUE prima dell'uso o del possesso della sostanza o del metodo suddetti.
Di norma sulla confezione del farmaco contenente sostanze proibite appare un evidente simbolo (un divieto di transito con all'interno la scritta DOPING), ma viste le peculiarità dello sport bridge (ad es.: il betabloccante per il bridge non è sostanza proibita) è comunque opportuno fare riferimento all'elenco WADA.
Tramite la TUE l'atleta preventivamente dichiara di assumere una sostanza proibita e chiede all'apposita Comitato CONI denominato CEFT (Comitato Esenzioni a Fini Terapeutici) la possibilità di continuare ad assumerla ottenendo preventiva esenzione a fini terapeutici, indispensabile per chiudere senza conseguenze la positività per quella sostanza che dovesse verificarsi in caso di successivo controllo.
 
Le norme per la presentazione di una TUE sono contenute nelle NSA (v. punto 1) alla voce "Disciplinare per l'esenzione ai fini terapeutici" (pagg. 142-151)
Nelle linee generali, la procedura di presentazione della TUE prevede la trasmissione al CEFT, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno anticipata via fax, almeno 30 giorni prima di eventuali gare a cui l'atleta volesse partecipare, della seguente documentazione:


La modulistica deve essere compilata con redazione dattilografica o in "CAPITAL LETTER" (STAMPATELLO). La modulistica illeggibile ritenuta incompleta non sarà esaminata e verrà restituita all'interessato.
 
La modulistica dovrà essere compilata in ogni sua parte, specificando:
  • Federazione Sportiva Nazionale (FSN) di appartenenza e la disciplina sportiva (nell'ambito della FSN) praticata dall'Atleta;
  • diagnosi;
  • principi attivi contenuti in medicinali registrati ("generic name"), via di somministrazione ("route"), dosaggio ("dose"), posologia ("frequency");
  • durata di somministrazione della sostanza o dell'applicazione del metodo normalmente vietati per cui si richiede l'esenzione (cfr. voce sul modulo "duration of treatment"), specificando la data di inizio (sia se effettuata, sia se in prossimità di effettuazione) e la data di fine.
La decisione del CEFT sarà comunicata all'Atleta, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.
Su istanza dell'interessato, il CEFT potrà anticipare la decisione a mezzo fax ovvero a mezzo posta elettronica o certificata, presso l'indirizzo da lui indicato nel Modulo TUE F49. In tali ultimi casi, la comunicazione si dà per perfezionata entro due giorni dall'avviso di ricezione.
In caso di concessione dell'esenzione, ciascuna TUE avrà una precisa durata, così come deciso dal CEFT, al termine della quale la TUE cesserà automaticamente di avere efficacia.
 
Avverso le decisioni di rifiuto di un'esenzione a fini terapeutici, ovvero nel caso di mancata risposta nel termine previsto di trenta (30) giorni, l'Atleta ha diritto di ricorrere al Comitato Esenzione Fini Terapeutici (TUEC) della WADA.
Il ricorso deve essere presentato per iscritto entro ventuno (21) giorni dalla data del diniego, unitamente alla documentazione medica presentata al CEFT e alla prova del pagamento dei diritti amministrativi, così come determinati dalla WADA.
La richiesta di revisione alla WADA non ha effetto sospensivo sulla decisione di diniego assunta dal CEFT.
 
La presentazione della TUE è per sua natura riservata ai tesserati Agonisti.
E' altresì vero che tutti gli atleti devono rispettare le norme antidoping, e questo non esclude la possibilità di controlli in ambito non agonistico, considerata tra l'altro la peculiarità dello sport bridge, in cui Agonisti e non giocano insieme o contro senza distinzioni e concorrendo per le stesse classifiche.
 
Di recente una delegazione federale ha ottenuto un incontro con i vertici NADO Italia, per rappresentare queste specifiche caratteristiche e problematiche del bridge in ambito anti-doping.
Da parte di NADO Italia si è riscontrata grande attenzione e volontà di presentare i problemi all'Organismo Internazionale WADA per trovare appena possibile una soluzione confacente al nostro tipo di realtà.
La FIGB ha quindi richiesto ed é in attesa di ottenere la possibilità di presentazione di una TUE postuma, differita rispetto al controllo, quanto meno per i tesserati di area non agonistica. 
Nel frattempo, in attesa di una risposta che attendiamo rapida, non possiamo che tutelare i nostri giocatori che non hanno una tessera Agonistica consigliando anche a loro di presentare, ove di pertinenza, la TUE al CEFT.
 
Gli Atleti che volessero chiarimenti in merito alla presentazione della TUE o alle sostanze proibite possono contattare direttamente il Comitato Esenzione ai Fini Terapeutici (CEFT) del CONI:
Recapiti Segreteria

Tel. 06.3685 7893 - 7015
Fax: 06.32723742
Mail: ceft.antidoping@nadoitalia.it
 
Il CEFT potrà inoltre informare sulla necessità di inviare o meno, trattandosi di gara agonistica (non importa se nazionale o  internazionale), il modulo F51 a cura del medico curante.
 
Il Referente Antidoping Francesco Natale f.natale@federbridge.it / 393.9612118 è a vostra disposizione per chiarimenti o necessità.
Il Medico federale è altresì a vostra disposizione, per tramite della Segreteria federale (rif. Francesco Natale). 
Federazione Italiana Gioco Bridge
Via Giorgio Washington 33 - 20146 Milano - P.I. 03543040152
Copyright 2003-2018
visita il sito CONIvisita il sito WBFvisita il sito EBL
Privacy Policy FIGB
Privacy PolicyPrivacy Policy FIGB
Regolamento generale UE
sulla protezione dei dati personali
Valid XHTML 1.0 Strict